Sergio Cugini, presidente della BCC di Ancona e Falconara Marittima, è il nuovo presidente della Federazione Marchigiana delle BCC. E’ stato eletto, nel corso dell’assemblea annuale, che si è svolta il primo luglio ad Ancona, e subentra al posto del presidente uscente Bruno Fiorelli, in carica dal 1999.

Nella sua relazione all’assemblea il presidente Fiorelli ha detto: “Mi trovo a lasciare questo ruolo in un momento storico completamente diverso; con rammarico, dopo aver visto la Federazione all’apice, ma con la consapevolezza che il nuovo corso storico dei Gruppi Bancari Cooperativi non può cancellare 130 anni di storia del Credito Cooperativo e 52 anni di Federazione Marchigiana”. “Sono convinto – ha concluso – che la Federazione Nazionale e quelle regionali possono svolgere un ruolo ancora più forte di prima sul piano associativo“.

Qualche numero…

Per quanto attiene ai dati del bilancio 2019, l’utile di esercizio delle BCC marchigiane era pari a 42 milioni e 800 mila euro.  La raccolta complessiva si è attestata a 8,5 miliardi di euro, mentre gli impieghi verso clientela sono stati pari a 5,3 miliardi di euro. Per quanto riguarda la forza lavoro e la diffusione territoriale, il Credito Cooperativo Marchigiano ha operato in regione con 1.480 dipendenti, impiegati in 203 sportelli. Anche la base sociale si è incrementata, arrivando a 56.860 unità.

Al termine dell’assemblea è stata consegnata una targa al presidente uscente, Bruno Fiorelli da parte delle BCC associate alla Federazione come riconoscimento e ringraziamento per “l’instancabile impegno a favore dello sviluppo del Credito Cooperativo Marchigiano”.

Un momento della consegna della targa, da sinistra il direttore Ennio Di Foglio e il presidente uscente Bruno Fiorelli